fbpx

Azulejos, note di colore e tradizione in Portogallo

2 mins read

Chiunque abbia visitato il Portogallo, certamente ha portato a casa con sé i colori che lo animano. Sto parlando degli azzurri, dei gialli, dei rossi, dei verdi e degli arancioni che ogni giorno osservano abitanti e turisti affaccendarsi per le vie delle città. Loro, ordinatamente disposti sulle facciate delle case, sulle panchine dei giardini e all’interno delle stazioni, sono gli azulejos.

Azulejo dall’arabo az-zulaiŷ

L’etimologia della parola ci descrive, senza bisogno di dilungarci, la natura degli azulejos ovvero “pietra lucidata”.

Questo particolare stile decorativo nacque nei territori mussulmani durante il medioevo e venne principalmente impiegato per l’abbellimento delle superfici pavimentali. Quando, poi, il dominio arabo giunse nell’antica Europa (XV sec.) influenzò profondamente le nuove correnti artistiche di Spagna e Portogallo.

Il primo nobile caso portoghese risale a Manuele I, passato alla storia con la bellezza di due soprannomi (l’Avventuroso ed il Fortunato), che scelse gli azulejos per decorare il suo nuovo palazzo di Sintra, oggi Palacio Nacional.

Uno dei simboli più amati del Portogallo

Se avete amici o parenti che hanno avuto la fortuna di recarsi in questo meraviglioso paese senza dubbio avrete notato che gli azulejos sono i protagonisti indiscussi di foto e video. Con i nostri oltre 800 scatti non possiamo che confermare… le famose mattonelle colorate sono ovunque, anche dove non le ricordavamo!

Gli imperdibili che ci siamo appuntati prima di partire per il nostro tour:

  • Palacio Nacional de Sintra;
  • Stazione di São Bento a Porto.

Tolti i casi eccezionali per il valore non solo artistico ma anche storico che veicolano – visti sopra – il mio consiglio è di camminare liberamente per le città e scoprire senza vincoli e senza mappe le maioliche locali.

Sapendo che molti di voi non riusciranno a dormire la notte senza aver soddisfatto un po’ della propria curiosità vi lascio un piccolo regalo di chiusura: il Museo do Azulejo di Lisbona ha condiviso parte del suo patrimonio tramite Google Arts, cliccate qui per una visita virtuale della sua collezione!

4 Comments

  1. Adoro gli azulejos e ciò che gli artisti nei secoli sono riusciti a realizzare: vere opere d’arte sia quando raffigurano scene che meravigliosi decori quando si tratta semplicemente di “piastrelle”. Davvero notevoli.

  2. Il Portogallo è meraviglioso. Ci sono stata tanti anni fa e vorrei rifare un viaggio on the road appena possibile. A dire il vero l’avevamo messo il programma quest’anno .. sarà magari nel 2021

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Kayak direzione Benagil

Le Intermittenze della Morte - The Space Passenger
Next Story

Le intermittenze della morte

Latest from Art

Tipoteca Italiana

Scopriamo il ruolo storico-sociale di stampa e tipografia nella diffusione dell'informazione in un percorso museale tutto